Buonvicino.net  

  • 18 Settembre 2019, 11:32:39
  • Benvenuto, Visitatore
Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

Benvenuti sul nuovo forum di Buonvicino.net!
Hai dimenticato la password? Clicca quì

Autore Topic: Inter E Mourinho Fuori: «tutta Italia Sarà Felice»  (Letto 4609 volte)

vinylistik

  • Baby Vommicinaro
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 76
    • Mostra profilo
Inter E Mourinho Fuori: «tutta Italia Sarà Felice»
« il: 12 Marzo 2009, 11:41:30 »

Inter battuta 2-0 ed eliminata dal Manchester. Il tecnico: «Questa coppa l'ho vinta, qualcuno no. Lo scudetto sarà nostro»



L'Inter è stata elminata dalla Champions League. La squadra di Mourinho è stata battuta 2-0 all'Old Trafford dal Manchester United (andata 0-0 a San Siro) e lascia ancora una volta agli ottavi la massima competizione europea. Per il tecnico portoghese, chiamato da Moratti al posto di Mancini per vincere anche fuori dall'Italia, è caduto esattamente lì dove l'Inter aveva fallito nelle ultime due stagioni, agli ottavi, ma stavolta contro l'innarrestabile squadra di Alex Ferguson, che si è imposta con le reti di Vidic e Cristiano Ronaldo.


LA PARTITA - Mourinho accetta la sfida a viso aperto scegliendo il modulo ormai collaudato con Balotelli a fianco a Ibrahimovic davanti a Stankovic. La novità è l'inserimento di Vieira nel centrocampo a rombo. Nello schieramento 4-4-2 dello United restano fuori, rispetto alla partita di San Siro, Evans, Fletcher e Park. Nemmeno il tempo di scaldarsi e l'Inter si è trovata sotto: Giggs indovina la parabola giusta dall'angolo, Vidic svetta più alto di tutti e lascia immobile Julio Cesar. In vantaggio lo United rallenta e l'Inter comincia: Ibra reclama un rigore, poi centra una traversa. Vicino al pari anche Stankovic e ancora lo svedese. Nella ripresa Mourinho gioca la carta Muntari, ma subisce subito il secondo gol con Cristiano Ronaldo. Nella mischia entra anche Adriano, che tempo un minuto ha la palla per riaprire la partita: cross di Cambiasso e girata al volo del brasiliano, ma il pallone finisce sul palo. Inter sfortunata, ma il Manchester nel finale rischia di dilagare quando Julio Cesar si supera su Rooney e Berbatov. Entra anche Figo, ma non c'è niente da fare per i nerazzurri, ancora una volta fuori agli ottavi.

LA STOCCATA DI MOURINHO - «Tutta Italia sarà felice perchè l'Inter è stata eliminata. Ma a me non interessa: io ho vinto». Lo ha detto Josè Mourinho, ai microfoni Rai, dopo la sconfitta per 2-0 in casa del Manchester. «Non sono arrabbiato, ma triste - ha aggiunto il tecnico nerazzurro - Prima di toccare la mia squadra, dovranno ammazzare me. Non abbiamo avuto la fortuna che serve per vincere queste grandi partite: mi dispiace per chi questa Coppa non l'ha mai vinta e voleva farlo. Se l'Inter aveva un problema di paura in Champions, stasera ha dimostrato di non averla più. Ci manca qualcosa, ma lo dirò alla società». «In ogni caso - ha concluso Mourinho - ora vinceremo sicuramente, sicurissimamente lo scudetto».

L'AUTOCRITICA DEL PORTOGHESE - «Se José Mourinho ha sbagliato qualcosa? Sicuramente, come tutti. Il Manchester United è stato forte e più forte di noi, perché il nostro gioco e il nostro impegno meritano molto di più del 2-0. È stata una partita completamente diversa rispetto alla gara di andata: l'Inter ha giocato con fiducia e tranquillità, ha sbagliato su una palla inattiva ma non è possibile cambiare una realtà che vede sei giocatori del Manchester alti un metro e novanta, e un solo calciatore nerazzurro alto quanto loro. La squadra è stata molto bene in campo, abbiamo giocato in tre modi diversi, abbiamo fatto di tutto per cambiare il risultato della partita, non siamo stati fortunati, però, ho visto un'Inter che ha giocato con personalità e questo è fondamentale, non avere paura di niente e di nessuno è fondamentale. Se mi pento di aver desiderato il Manchester United come avversario negli ottavi di finale? Sicuramente, se l'Inter non ha avuto paura di giocare contro il Manchester, qual è il problema?».

L'AMAREZZA DI ZANETTI - Deluso per il ko il capitano Javier Zanetti: «C'è tanta amarezza per l'eliminazione, ci sono rimpianti perchè stiamo uscendo da questo stadio a testa alta, purtroppo il Manchester ha segnato nel momento chiave della partita, all'inizio del primo e del secondo tempo, e questo un po' ci ha penalizzato. Sono orgoglioso dei miei compagni e abbiamo avuto tanta personalità. È stata una partita bellissima perchè dopo il loro gol l'Inter ha preso in mano la gara, purtroppo non è entrata ma, ripeto, usciamo a testa alta. Che cosa accadrà domani? Nulla, dobbiamo pensare al campionato, siamo primi, mancano ancora undici partite e dobbiamo fare di tutto per vincerle perche il campionato italiano vale quanto la Champions League»
Connesso
 

Pagina creata in 0.092 secondi con 22 interrogazioni al database. cpu load:9.14/8.3/9.09