Buonvicino.net  

  • 24 Settembre 2019, 11:00:24
  • Benvenuto, Visitatore
Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

Benvenuti sul nuovo forum di Buonvicino.net!
Hai dimenticato la password? Clicca quì

Autore Topic: Ligabue E Gli Orazero  (Letto 5602 volte)

ramingo

  • Global Moderator
  • Vommicinaro DOC
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 817
    • Mostra profilo
Ligabue E Gli Orazero
« il: 25 Luglio 2008, 01:16:50 »

Gli Orazero sono il gruppo con cui Luciano Ligabue iniziò a far ascoltare i suoi brani, la sua musica, i suoi testi ed a muovere i primi passi nel mondo della musica. Il gruppo tenne il suo primo concerto l'8 febbraio del 1987 a Correggio presso il centro culturale "Lucio Lombardo Radice".

01 - Hong Kong.mp3
      02 -
La Ballerina del Carillon

      03 -
Si ma Tu chi Sei

      04 -
Bar Mario

      05 -
M'Abituerò

      06 -
Souvenir

      07 -
Marlon Brando

      08 - Dove Fermano i Treni.mp3
      09 -
Oceano

      10 - El Gringo.mp3
      11 -
Figlio di un cane

      12 -
Sogni di Rock 'N Roll

      13 -
Fuori Tempo

      14 - Ora Zero.mp3
      15 -
Duri Hanno due Cuori

      16 - Marlon Brando (Bis).mp3
* -
Il gringo (1994)



01- Hong Kong

02- La ballerina di carillon
Il night chiude alle tre
manda a nanna il professore
Donne con lui non ce n'è,
è fatto così, non vuol pagare
ma nanananana è un compleanno su cui passare
e nanananana brinda al suo pendolo ed al suo din-don
si alza la ballerina del carillon
L'ombra dipende dal neon
pensa la spogliarellista
e, intanto, stima il cammeo
che una tipa tiene in vista
ma, nanananana il seno casca e un cliente fischia
e, nanananana balla più in fretta e lancia cotillons
gira la ballerina del carillon
Sul piano del piano bar
ci son troppe poche mance
e, allora, va avanti a suonare
un pezzo buono per la pancia
ha, nanananana le dita gialle fra il bianco e il nero
e, nanananana forse un pò si diverte sul giro in sol
balla la ballerina del carillon

03- Si ma tu chi sei
 Si ma tu chi sei, che guardi il cielo e gli occhi non ti bastano..poi..
poi fa oh poi mi dici ma guarda e poi canti trallalallà..  
si ma tu chi sei che scrivi bigliettini, non me li lasci mai,
li conservi ed un giorno li avrò mentre tu canti trallalallà..
tutto quello che ..è quel che lasci dietro te dietro dietro di te,
è un gran punto di domanda, forse però mi abituerò,forse però, forse..
si vabbè ma tu chi sei, si vabbè ma tu chi sei, si vabbè ma tu chi sei,
e quella lì che faccia è? ...lalallalallala
si vabbè ma tu chi sei,dietro a quegli occhi
nascosta dentro te,dentro dentro di te..
sotto il seno...in fondo tu chi sei...sei...
si ma tu chi sei che piangi finchè giuro..non ti lascerò mai..
passa un tipo e tu dici non male e ci vai con un trallalallà..
si ma tu chi sei che quando poi non chiamo proprio non molli mai
mi pedini e poi fai scenate
e ti canti un bel trallalalà…
tutto quello che ..è quel che lasci dietro te dietro dietro di te,
è un gran punto di domanda, forse però mi abituerò,forse però, forse..
si vabbè ma tu chi sei, si vabbè ma tu chi sei, si vabbè ma tu chi sei,
e quella lì che faccia è? ...lalallalallala
si vabbè ma tu chi sei,dietro a quegli occhi
nascosta dentro te,dentro dentro di te..
sotto il seno...in fondo tu chi sei...sei...
lalalallalallala....................... ....
 si....si ma tu chi sei....si....si ma tu chi sei....si....si ma tu chi sei....

04- Bar Mario
Il buio arriva ma non e' troppo spietato
C'e' qualche stella e' come un disegno spezzato.
Qualche lampione piccolo lume isolato freddo e perduto.
Le strade vuote non c'e' neanche il classico cane
Ha vinto ancora signora televisione
Signora o troia agita il c**o sembra con intenzione
Il commendatore gioca la carta sbagliata
il suo compagno proprio non l'ha digerita
pero' sta zitto tanto con lui non si vince mai una partita
Bistecca intanto urla per una primera
e sul suo letto si sta ballando un bolero
sua moglie brucia di febbre di vita e si sta facendo le cure
La guardia si fa un caffe' e poi se ne va
Mario da' un colpo di straccio al banco del bar
Mario da' un colpo di straccio al banco del bar
In quattro stanno sfasciando il bigliardino
fra lui e loro fanno un po' troppo casino
si alza il grosso che dice: *Muti!* e poi tira via le palline
Il cavaliere torna dalla cavalcata
saluta Mario che chiede beh, com'e' andata
lui con le dita fa un numero esagerato proprio impossibile
Dice: *Dammene una e segnamela*
Mario sputa e tira fuori i conti del bar
Mario impreca e tira fuori i conti del bar
Mario sbuffa e tira fuori i conti del bar
Il gatto segna il territorio a suo modo
che sia ben chiaro a qualsiasi altro felino
a meno che sia un bestione violento ed assassino
Si sente un tuono ma e' solo rombo che passa
lo stereo a balla cento watt buoni per cassa
il grosso gli urla dove andare e poi gli fa anche la mossa
Tanto rombo domani ripassera'
Mario manda tutti a nanna e poi chiude il bar
Mario manda tutti a nanna e poi chiude il bar
Mario manda tutti a nanna e poi chiude il bar  

05-M'abituerò
M’abituerò a non trovarti,
M’abituerò a voltarmi e non ci sarai
M’abituerò a non pensarti quasi mai..quasi mai.. quasi mai..
Spero che, ti sia presa tutto m’avrai lasciato qualche fotografia
E l’avrai messa li apposta sul letto per ricordarmi che sorriderai ancora
Ma via..come ci fosse da sapere chi ha ragione, oppure ci dovessimo far male…male…
M’abituerò a non trovarti,
M’abituerò a voltarmi e non ci sarai
M’abituerò a non pensarti quasi mai..quasi mai.. quasi mai..
Spero che sia finito tutto e che non porti la tua faccia mai più,
qua per il resto andrò come un matto, un’altra donna e poi,
e poi vedrai che passerà
ma è come, ci fosse da sapere chi ha ragione oppure ci dovessimo far male..male.. M’abituerò a non trovarti,
M’abituerò a voltarmi e non ci sarai
M’abituerò a non pensarti quasi mai..quasi mai.. quasi mai..
M’abituerò a non trovarti,
io m’abituerò a voltarmi e non ci sarai
M’abituerò a non pensarti quasi mai..quasi mai.. quasi mai..
M’abituerò a non trovarti,
io m’abituerò a voltarmi e non ci sarai
M’abituerò a non voltarmi, io m’abituerò quasi mai..quasi mai.. quasi mai..

06- Souvenir
Non è proprio liscia,
non va così liscia
per noi che chiediamo che or'è,
e c'è un'altra strada
e c'è un'altra luna
e un altro bar che chiude
e un'altra voglia di fortuna.
E allora, bambina,
c'è poco da dire
se non che mi troverai qua:
cambiato per niente, ma neanche scontento,
fottuto dal dovere pensare di dover avere.
Ma ci sarà un souvenir
che ci riporterà solo certi momenti.
E sarà un bel souvenir
una fotografia, una canzone fra i denti.
Ma ci sarà un souvenir
che ci commuoverà fino a farci contenti.
Tieniti il tuo souvenir
da mettere via poi ridicendoti *avanti*.
Se tutto va in fretta
sarò una saetta
e tu lo sarai insieme a me
peccato soltanto che ci sarà il tempo
in cui dovremo dire:
*Adesso è giusto riposare*.
Ma ci sarà un souvenir
che ci riporterà solo certi momenti.
E sarà un bel souvenir
una fotografia, una canzone fra i denti.
Un souvenir formato Tir
a centoventi all'ora
arriva lì spazzando via
qualsiasi altra cosa.
Sarà un bel souvenir
il nostro souvenir
sarà di quasi tutti i colori.
Sarà un bel souvenir,
sarà lo specchio di
riflessi chiari e riflessi scuri.
La la la la la la la la

07-Marlon Brando
Lui aveva un vecchio maggiolone cabriolet
sfatto ma piaceva tanto a lei
Arrivo' e col clacson disse: "Sto aspettando te"
Lei scese profumata piu' che mai
Fecero due conti in tasca e videro che
non ci si ballava neanche un po'
lei gli disse: "Questa sera voglio far l'amore,
prima pero' portami a sognare".
Un fascio di luce va dal proiettore
per un sogno da duemila li-i-i-ire
porti addosso qualche segno provero' a tirarteli via
posso solo questo sogno scusa per la mia fantasia
giu' in platea sedie di legno
gole secche per la sete d'eroi
E Marlon Brando e' sempre lui
ooh lui, ooh lui
Marlon Brando e' sempre lui
ooh lui, ooh lui
Un po' piu' avanti con negli occhi ancora tanto film
Terry Malloy infine, vince lui
Lui le dice come vedi siamo sempre qui
e non e' obbligatorio essere eroi
Un fascio di luce va dal maggiolone
carrellata per il lieto fi-i-i-i-ine
porti addosso qualche segno provero' a tirarteli via
posso solo questo sogno scusa per la mia fantasia
giu' in platea sedie di legno
gole secche per la sete d'eroi
E Marlon Brando e' sempre lui
ooh lui, ooh lui
Marlon Brando e' sempre lui
ooh lui, ooh lui
Marlon Brando e' sempre lui
Marlon Brando e' sempre lui

08 - Dove Fermano i Treni
Binario tre un rapido con destinazione andar via
per quelli che ci credono che spostarsi
li salvi comunque sia... ma
due militari su una panchina
voglia di donna, voglia di casa, voglia ora
il fante di spade fa l'occhiolino
vive nei cessi e spesso le ha prese tante e ancora.
Dove fermano i treni
parte un pò di vita, da
dove fermano i treni
e proprio là dove fermano i treni
parte sempre un altro varietà
parte sempre un nuovo varietà.
Chi parte e chi arriva e chi viene lì solo a guardare
protagonisti anonimi, sì ma interpretazione reale
un vagabondo nel suo cappotto
brucia il giornale usato per letto
e fischia la Carmen
uno nervoso in sala d'aspetto
è lì da giorni senza biglietto, piange e dorme.
Dove fermano i treni
parte un pò di vita, da
dove, fermano i treni
e proprio là dove fermano i treni
parte sempre un altro varietà
parte sempre un nuovo varietà.
La cameriera del bar che ogni tanto ammira
un panorama di Cuba su una cartolina
poi asciuga il bicchiere ed il naso e... sospira.
Un juke box rovinato e buono da buttare
suona sempre una vecchia canzone d'amore
per un tipo con tanta moneta
e qualcosa da ricordare.
Poi c'è quella che prima chiede se hai da fumare
poi ti chiede se hai voglia di fare l'amore
ed infine ti prega di darle qualcosa, sta, sta male.
E sul vecchio cartello di Bitter Campari
su colonne, vetrine ed infine sui muri
passi, metti la firma ed infine e vai fuori.
Parte un pò di vita, da
dove fermano i treni
parte un pò di vita, da
dove fermano i treni
e proprio là dove fermano i treni
parte sempre un altro varietà
parte sempre un nuovo varietà.

09- Oceano

10- El gringo

11- Figlio di un cane
Abituato a morso e fuga
mi sporco di fango catrame e di ruggine
L'istinto mi spinge a un sole che mi asciuga
a un metro dalla grandine
Coccolato qualche volta
da qualche signora che altro animale non ha
chiusa l'ennesima porta c'è la strada
e a lei che dietro chiamerà
E fra un po' si torna in calore e lo sai
che per qualcuno e' comodo.
C'e' una cuccia un osso e un padrone per noi.
Identita':
figlio d'un cane
figlio d'un cane
figlio di cinque minuti
Identita':
figlio d'un cane
figlio d'un cane
figlio d'un equivoco
Identita':
figlio d'un cane
figlio d'un cane
figlio d'amplessi rubati
Identita':
figlio d'un cane
figlio d'un figlio di un preservativo rotto
E allora ululo ed alzo il bicchiere
fra sassi, scarponi e bestemmie che tirano.
Ed ululare e' un sollievo
e un piacere
che almeno do fastidio un po'
E ogni tanto ciotole piene che poi
non brontoli lo stomaco
briciole ed avanzi di ieri per noi.

12- Sogni di rock'n'roll
Siamo qui gia' le quattro e siamo qui
finestrini socchiusi su strade indifese dai nostri pesanti pesanti HP
E cosi' anche il sabato e' andato cosi' si e' bevuto ballato,
qualcuno ha imbarcato il piu' scemo le ha prese e ha una faccia cosi'
Ombre dure adatte all'ora l'autoradio intanto va
Rythm and blues e pestiamo coi piedi di piu'
finche' il polso cammina facciamo mattina tenendoci su coi
Sogni di rock'n'roll
Sogni di rock'n'roll
Sogni di rock'n'roll e guai a chi ci sveglia
Sogni di rock'n'roll
Sogni di rock'n'roll
Sogni di rock'n'roll
Sogni di rock'n'roll sognando il meglio
E poi c'e' come al solito c'e' quello che
che non tiene mai l'alcool e allora ci tocca accostare
finche' ce n'e'
E ancora via a pedinare una morbida scia
una striscia invitante talmente accogliente
da perderci il fiato e che sia quel che sia
E le casse sono piene i suoni son violenti ma:
cosa c'e'?
C'e' che tanto benzina ce n'e'
uno fa il batterista l'altro il chitarrista
tu basso tastiere io voce gli idioti del playback fan
playback fan
playback fan
Sogni di rock'n'roll
Sogni di rock'n'roll
Sogni di rock'n'roll e guai a chi ci sveglia
Sogni di rock'n'roll
(E cosi' siamo qui siamo qui siamo)
Sogni di rock'n'roll
(qui gia' le quattro e siam qui siamo qui siamo)
Sogni di rock'n'roll sognando il meglio
(qui finestrini socchiusi su strade indifese
[dai nostri pesanti pesanti HP]

13- Fuori tempo
E c'era tanta gente che
sembrava lì solo per me
tutti ai blocchi di partenza
lo start chi lo dà?
E poi...
il cuore che bruciava
e poi correvo come un matto
tutti gli altri eran davanti,
cos'è che non va?
Brutta storia dico corro corro
e resto sempre in fondo
sono fuori allenamento
oppure è allenato il mondo?
Certa gente...
riesce solo a dire...
Sei fuoritempo
Sei fuoritempo
sei come un debito scaduto
sei fuoritempo
sei fuoritempo
sei quello che ci chiede
sempre aiuto
Fu così che lasciai la gara
e resto lì
per andare con il passo mio
stan fischiando... stan fischiando
va bene così
Per di qui per mesi e per chilometri
finchè qualcuno dice:
*Tu dov'è che stai andando,
che siam tutti qui?*
Io non vado da nessuna parte
io sto andando e basta
dicono che se mi beccano
mi tagliano la cresta
Certa gente...
pensa solo a dire...
Sei fuoritempo
Sei fuoritempo
arrivi e parti troppo presto
sei fuoritempo
sei fuoritempo
Vogliamo i suonatori
al loro posto
Uoh uoh oh uoh oh oh
fatti per correre
Uoh uoh oh uoh oh oh
o per rallentare
Uoh uoh oh uoh oh oh
C'è anche chi ha deciso
di camminare
al passo che gli pare
Sei fuoritempo
Sei fuoritempo
sei come un debito scaduto
sei fuoritempo
sei fuoritempo
sei quello che ci chiede
sempre aiuto

14- Ora zero

15- I duri hanno due cuori
Un quarto alle dieci e Veleno è seduto
da Mario davanti a una grappa e a un posacicche pieno.
Lo salutano male, forse perché sanno tutto di lui
o, almeno, ne sanno una loro versione.
Una foto di donna gli brucia da dentro la giacca
chiaramente dalla parte del cuore...
e la gamba gli duole del peso e del freddo di un cannone
che chissà come è riuscito a trovare.
Non ha tempo né voglia di pregare Dio perché
vuol contare soltanto sul suo dolore, su sei colpi
e infine su di sé...
C'è chi ha scelto la donna sbagliata
e forse ha scelto per tutta la vita
altra scelta che ha è a chi farla finita...
C'è chi ha scritto bestemmie sul cuore
però i conti per sé li sa fare
e il totale non cambia anche se fa star male.
Però non piange mai
se non è davvero solo...
I duri hanno due cuori
col cuore buono amano un po' di più
I duri hanno due cuori
col cuore guasto
odiano sempre un po' di più ooohhhh!
Un quarto alle due e Veleno è seduto
sul ponte sul fiume a vedere la pistola affondare.
Adesso il freddo è reale: è passato alle ossa uscendo per
forza dal cuore.
Di così tanto mondo c'è solo un posto in cui possa tornare
e gli scappa una stramaledizione...
sta pensando che la sera dopo darà un ca**otto ad un tipo
che questa sera rideva di lui e si è fatto sentire.
Darà pugni alla porta di camera sua e urlerà
alla sua donna ed al suo amico di fare più piano e sul suo divano
si stenderà...
C'è la notte di chi c'ha un amante
e la notte di chi non ha niente
e la notte per forza volenti o nolenti..
C'è chi ha perso una brutta partita
però, forse, una fiche gli è restata
e può darsi ci sia un altro giro di ruota...
E poi non piange mai
se non è davvero solo..
I duri hanno due cuori
col cuore buono amano un po' di più
i duri hanno due cuori
col cuore guasto odiano sempre un po' di più ooooohhhhh!

16- Marlo Brando (bis)

* - Il gringo 1994
Il Gringo un giorno passò col cappello
sugli occhi ed un sigaro spento appeso.
Io lo guardavo e poi senza la Colt
mi sentivo più nudo che indifeso.
Dura la vita in pianura col Gringo
che conosce una legge sola: la sua
Il Gringo era riflessi,
speroni e dovere e lampi e grandi palle
E nemici tutti bavosi
e ostinati a restarsene
dentro la propria pelle
Il nostro cuore non è da seppellire
nè a Wounded Knee,
nè in nessun altro dove
Il nostro cuore non è da regolare
Attenti al Gringo di pattugliamento:
ci si mette lui di corvèe
Il Gringo che va fino in fondo:
sa che cos'è meglio per te
Il Gringo raschia tutto il fango,
raschia tutti fin che ce n'è
Il Gringo quasi quasi spengo,
tanto lo sappiamo già com'è.
Il Gringo si accende il fuoco un pò
per i coyotes ma più che altro per le artriti
ha avuto un giorno pesante
fra nuovi bersagli e taglie ed ex banditi
Il nostro cuore non è da seppellire
nè a Wounded Knee,
nè in nessun altro dove
Il nostro cuore non è da regolare.
Attenti al Gringo di pattugliamento:
ci si mette lui di corvee
il Gringo che va fino in fondo:
sa che cos'è meglio per te
Il Gringo raschia tutto il fango,
raschia tutto finchè ce n'è
Il Gringo quasi quasi spengo,
tanto lo sappiamo già com'è.
Attenti al Gringo di pattugliamento:
ci si mette lui di corvee
il Gringo che va fino in fondo:
sa che cos'è meglio per te
Dura la vita in pianura col Gringo
che conosce una legge sola: la sua
Dura la vita in riserva col Gringo
che ripete che la tua legge è merda.
Cuore regolare: non è da seppellire
« Ultima modifica: 25 Luglio 2008, 02:04:19 da ramingo »
Connesso

sotto questa maschera troverai un volto, ma quel volto non é il mio
più di quanto lo sia la carne o le ossa ancora più sotto di esso.

 

Pagina creata in 0.39 secondi con 22 interrogazioni al database. cpu load:33.72/20.04/12.84