Buonvicino.net  

  • 13 Dicembre 2018, 11:45:21
  • Benvenuto, Visitatore
Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

Benvenuti sul nuovo forum di Buonvicino.net!
Hai dimenticato la password? Clicca quì

Autore Topic: Windows Vista Da Record  (Letto 5737 volte)

Salvatore

  • Administrator
  • Vommicinaro DOC
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 549
    • Mostra profilo
    • http://www.buonvicino.net
Windows Vista Da Record
« il: 02 Aprile 2007, 10:55:08 »

I primi dati di vendita rilasciati da Microsoft confermano il positivo esordio di Windows Vista. Nel primo mese di disponibilità nei negozi, le vendite del nuovo sistema operativo hanno superato i 20 milioni di licenze, più del doppio rispetto al suo predecessore, Windows XP. Questi dati riflettono l’enorme interesse nelle evoluzioni riguardanti la sicurezza e la semplicità di utilizzo di Windows Vista.


“Siamo fiduciosi della reazione positiva da parte dei consumatori nei confronti di Windows Vista dopo il rilascio” ha affermato Bill Veghte, vice presidente del Windows Business Group di Microsoft. “Stiamo gettando le basi affinchè Windows Vista diventi la versione di Windows con il più rapido tasso di adozione. Insieme ai nostri partner, desideriamo aiutare i nostri clienti a investire in nuovi strumenti e programmi per accelerare l’adozione del nuovo sistema operativo e offrire all’utente la migliore esperienza possibile”.

Le vendite delle licenze di Windows Vista, dopo il primo mese, hanno già superato il numero complessivo delle licenze di Windows XP vendute nei primi due mesi di disponibilità del vecchio sistema operativo. Nel gennaio 2002, l’azienda annunciava infatti che le vendite di Windows XP avevano superato i 17 milioni dopo due mesi di presenza sul mercato. Le oltre 20 milioni di copie distribuite rappresentano il numero di licenze di Windows Vista vendute ai produttori di PC, le copie degli aggiornamenti e i pacchetti completi venduti ai rivenditori, nonchè gli aggiornamenti ordinati tramite il programma Windows Vista Express Upgrade dal 30 gennaio al 28 febbraio.

Microsoft ha creato una serie di nuovi strumenti e programmi per garantire ai clienti le migliori prestazioni di Windows Vista. Windows Upgrade Advisor è uno strumento scaricabile, disponibile online su WindowsVista.it, che consente di determinare se il proprio PC con Windows XP installato può essere aggiornato a Windows Vista e di scegliere l’edizione del nuovo sistema operativo che più si addice alle proprie necessità. Questo strumento può inoltre redigere un report di facile comprensione relativo a tutte le eventuali problematiche riguardanti il sistema, le periferiche e la compatibilità tra programmi, suggerendone la risoluzione. Il programma con il logo “Certified for Windows Vista” è pensato per facilitare ai clienti il riconoscimento di quei prodotti che offrono ottimi livelli di prestazioni su Windows Vista. Al momento sul mercato si contano oltre 4.500 prodotti “Certified for Windows Vista”, 2.500 dei quali già certificati al momento del lancio del sistema operativo. Nella fase iniziale, a partire dal lancio del prodotto, Windows Update ha fatto scaricare nuovi driver a un ritmo di oltre 1.600 al mese, portando a più di 27.000 il numero totale dei driver.

 
Connesso

valpenguin

  • Baby Vommicinaro
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 49
    • Mostra profilo
    • Blog di Valpenguin
Windows Vista Da Record
« Risposta #1 il: 18 Giugno 2007, 15:24:45 »

Satù non prendere per oro colato tutto quello che leggi, Vista è un fallimento totale. Ecco qualche appunto:

Roma - Microsoft afferma di aver introdotto in Windows Vista molte migliorie tese ad allungare l'autonomia dei notebook, ma tra le critiche più frequenti mosse al nuovo sistema operativo c'è proprio la sua propensione a scaricare rapidamente le batterie...
link - http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1976294

Dallas (USA) - Come buona parte dei produttori di PC, anche Dell negli ultimi tre mesi ha preinstallato Windows Vista sulla quasi totalità dei propri sistemi desktop. Negli scorsi giorni l'azienda ha però deciso, su richiesta dei suoi molti clienti, di introdurre nuovamente XP in diversi modelli di PC desktop e notebook...

link - http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1965548

Roma - "Gli utenti di Windows Vista e di Windows XP corrono gli stessi rischi quando sono minacciati da virus ed exploit e, nel complesso, Vista fornisce vantaggi per la sicurezza solo marginali rispetto a XP". Queste le conclusioni di uno studio condotto da CRN Test Center, un laboratorio che fa capo al noto gruppo editoriale americano CMP Media, in merito alla sicurezza dell'ultimo sistema operativo di Microsoft.

link - http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2011279

Roma - La società di sicurezza Kaspersky ha scagliato dardi avvelenati contro alcune delle più note tecnologie di sicurezza di Windows Vista, tra cui il controverso User Account Control (UAC). Secondo l'azienda, lo UAC "è così irritante che la maggior parte degli utenti lo disattiva".

link - http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1931343

Potrei continuare il cut&paste per kilometri, ma mi fermo.

Occhi aperti e cervello acceso, tenetevi XP se proprio dovete usare Windows ;)
Connesso
"Gates gave us the windows. Linux gave us the whole house"

Salvatore

  • Administrator
  • Vommicinaro DOC
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 549
    • Mostra profilo
    • http://www.buonvicino.net
Windows Vista Da Record
« Risposta #2 il: 18 Giugno 2007, 21:49:12 »

Lo so!!! ho potuto sperimentare che è una ciofeca,
io nn l'ho messo ma tutti i miei amici si lamentano.

Secondo me nn riusciranno piu a fare un sistema affidabile cm il '98!!!

 
Connesso

valpenguin

  • Baby Vommicinaro
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 49
    • Mostra profilo
    • Blog di Valpenguin
Windows Vista Da Record
« Risposta #3 il: 20 Giugno 2007, 13:59:22 »

Beh, volendo promuovere il lavoro di Microzozz e riconoscergli qualche merito, possiamo dire che i seguenti prodotti sono accettabili:

* Windows 98Se
* Windows XP sp2
* C#
* Office + Visio
* .Net

Il resto è da buttare.
« Ultima modifica: 14 Agosto 2007, 17:14:02 da valpenguin »
Connesso
"Gates gave us the windows. Linux gave us the whole house"

Salvatore

  • Administrator
  • Vommicinaro DOC
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 549
    • Mostra profilo
    • http://www.buonvicino.net
Windows Vista Da Record
« Risposta #4 il: 20 Giugno 2007, 18:49:36 »

Guarda!!!!!!! su alcune cose nn ti dò ragione:

1 Win Me, na cagata madornale, hanno cercato di ammodernizzare il 98Se e hanno combinato sl ciofeche, l'ho dovuto togliere da tutte i miei pc e da quelli dei miei amici dalla disperazione!!!


2 Win Xp + SP2 nn ne parliamo proprio un Danno, Rompe sempre inutilmente cn i suoi messaggini inutili, hanno cercato di tappare i buchi cn la sp2 ma hanno fatto sl casini , di nuovo l'ho dovuto togliere a tutti quelli che lo installavo:

Impalla la rete Lan
Disturba sempre cn messaggi unitili.
Quel firewall nn sò a cs seve(meno male ke c'è Kaspersky)
Sistema instabile
eccc.....
posso fare una lista kilometrica

Mi tengo x ora il mi Xp cn Sp1, anche cn il database di driver vecchiotti!!! B)  
Connesso

lunasolitaria

  • Turista Abitudinario
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 18
    • Mostra profilo
    • http://
Windows Vista Da Record
« Risposta #5 il: 16 Luglio 2007, 11:16:09 »

We ragazzi io ho vista come sistema operativo e non è male non mi sta dando nessun problema forse dipende dal fatto che è una copia originale,o dal mio pc che offre delle buone prestazioni.O magari è solo fortuna  :P  
Connesso
La libertà è una stato mentale riservato a chi non ha niente da perdere(Milly)

Massimiliano

  • Administrator
  • Vommicinaro DOC
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 659
    • Mostra profilo
    • http://www.buonvicino.net
Windows Vista Da Record
« Risposta #6 il: 16 Luglio 2007, 13:04:26 »

Fortuna cara... solo fortuna...

he he he he :D :lol:

A parte gli scherzi, dipende da quale versione hai installato, sul dvd microsoft ci sono tutte le versioni dalla home alla professional, poi in base al key che inserisci ti installa la versione relativa.

Vista in teoria doveva essere un buon progetto purtroppo essendo windows il sistema più usato al mondo, è di conseguenza quello più vulnerabile.

Infatti.. manco è entrato sul mercato e già avevano messo sul sito microsoft un mini service-pack!

Ho avuto modo di studiare il sistema in modo approfondito grazie al corso di sistemi operativi che stiamo facendo all'università... Windows (soprattutto la piattaforma NT e cioè la professional) in teoria è un sistema molto valido e costruito a più livelli e con un sistema di mascheramento del kernel dai driver.. solo che... essendo troppo diffuso.. ed esistendo persone a cui gli brucia il c**o... lo mettono sotto i ferri per scoprirne bug o exploit.

Non sono pro windows eh! Anzi!
Però.. un pochino di ragione anche a Microzozz glie la devo dà.. (tanto à raggiuni è di fissi! :lol: )

Nessun programma è perfetto.
Ogni programma per complesso che sia ha sempre e comunque qualche bug.

L'AFFIDABILITà DI UN PROGRAMMA è DIRETTAMENTE PROPORZIONALE AL SUO NUMERO DI UTENTI.

(leggi di Murphy)
Connesso
Tutto è possibile... Basta crederci!

---------------------------
Errare è umano... ma per fare veramente casino ci vuole la password di root!

valpenguin

  • Baby Vommicinaro
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 49
    • Mostra profilo
    • Blog di Valpenguin
Windows Vista Da Record
« Risposta #7 il: 07 Agosto 2007, 12:51:27 »

Citazione
solo che... essendo troppo diffuso.. ed esistendo persone a cui gli brucia il c**o... lo mettono sotto i ferri per scoprirne bug o exploit.

Ciao Max, guarda che non ci vuole assai a fare danni irreparabili a Windows, indipendentemente dalla sua diffusione (ed a me il c**o non rode).

Qualche spunto per riflettere:

1) Esistono programmini creati ad hoc per realizzare virus, exploit e quantaltro. Questo perchè Windows è un pastrocchio a livello di codice.

2) Attento al lavaggio del cervello, quello che raccontano nelle aule universitarie sono leggende, anche perchè i docenti ricevono profumatissime "mazzette" dalla Microsoft per installare il S.O. sulle macchine della facoltà;

3) Gli sviluppatori microsoft sono (non solo numericamente) inferiori rispetto a quelli che sviluppano il kernel di Linux, quindi la qualità del loro Kernel è vincolata alle capacità di quelle sole poche persone. Risultato: un Kernel ibrido instabile e penoso.

Pensa fratè, pensa...
« Ultima modifica: 07 Agosto 2007, 15:30:26 da valpenguin »
Connesso
"Gates gave us the windows. Linux gave us the whole house"

Massimiliano

  • Administrator
  • Vommicinaro DOC
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 659
    • Mostra profilo
    • http://www.buonvicino.net
Windows Vista Da Record
« Risposta #8 il: 08 Agosto 2007, 12:40:54 »

Boh, sai... l'idea del kernel ibrido non è poi tanto malvagia secondo me perchè ormai le prestazioni sono abbastanza simili ad un sistema con kernel monolitico (tipo Linux) poichè i server driver operano a livello di kernel; e questo tipo di sistema è molto flessibile grazie alla modularità acquisita dal sistema a microkernel.

Non è una cosa da sottovalutare questa..
Posso fare un esempio banalissimo in modo che tutti possano capire il discorso:
Se per esempio esce sul mercato una nuova tipologia di periferica o un nuovo strumento HW, su windows, basta collegarlo e installare i driver e questo funziona.
Su Linux invece, se la tipologia della periferica non è inclusa nella lista delle tipologie previste dal kernel, bisogna installare il modulo della periferica e ricompilare l'intero kernel per poterla avere a disposizione.

Naturalmente ci sta anche un aspetto negativo  legato a questa cosa però!
Mentre con Linux, le nuove periferiche e i relativi driver vengono rilasciati assieme a tutto il kernel già compilato (quindi in teoria sicuro e stabile), su windows, visto che chiunque può installare driver, si corre il rischio di installare un driver di periferica che non funzioni correttamente e blocchi la periferica stessa.
Ciò non significa che Linux sia più sicuro però!

Infatti se malauguratamente si blocca un driver su Windows, è la singola periferica ad essere bloccata e quindi inutilizabile ma il sistema continua a funzionare come si deve (sempre se non si gestiscono gli interrupt a ca**o di cane, vedi schermate blu).
Sotto Linux invece, se si blocca la periferica si blocca l'intero O.S. poichè i driver sono integrati direttamente nel kernel; anche se è una cosa che in teoria dovrebbe succedere mooooolto di rado.

E potrei andare avanti per ore sui pro e contro di uno o dell'altro ma preferisco magari rimandarvi a leggere una discussione molto interessante; mentre mi documentavo con ricerche varie su internet riguardanti le varie strutture di Kernel, mi sono imbattuto per caso in una Discussione Di Torvalds (padre di linux) e Tanenbaum (Noto professore universitario che ha creato Minix) sul tipo di kernel migliore tra il kernel monolitico e il microkernel.

Praticamente Tannebaum affermava che il kernel monolitico era ormai obsoleto in quanto ormai anche le architetture a microkernel con le nuove tipologie di macchine riuscivano a fornire le stesse prestazioni e butta giù una serie di motivazioni; La risposta di Torvalds non si fa attendere e controbatte affermando il contrario e butta giù le sue motivazioni..

E' una discussione veramente interessante, forse molto più di un libro di sistemi operativi :D

Ecco dove potete leggere l'intera discussione (è in inglese ma abbastanza comprensibile): http://www.dina.dk/~abraham/Linus_vs_Tanenbaum.html

Comunque sia, hai ragione Valè sul fatto che magari alcuni prof siano "invogliati" a dire alcune cose.
All'università abbiamo fatto 2 corsi in contemporanea Sistemi operativi e Laboratorio di sistemi operativi.

Nel primo (Prof pro-Unix) abbiamo visto solo qualche funzione in modo globale relativa ai vari kernel per poi buttarsi sul sistema di scheduling e sullo studio approfondito degli algoritmi usati per la scelta dei vari processi da mandare in esecuzione (che dal kernel 2.6 Unix ha complessità O(1) mentre nel 2.4 era O(n))  accompagnati da esercizi sulla programmazione concorrente ma in Java (multipiattaforma) quindi non abbiam visto un granchè a livello di O.S.

Nel secondo (prof pro-Win) abbiamo approfondito lo studio dei 2 O.S. soprattutto a livello di comunicazione multithreading O.S. Based cioè come veniva gestita la programmazione concorrente dal Sistema Operativo, usando le proprie strutture e chiamate di sistema (molto interessante devo dire).

Unix ha un sistema molto semplice per la gestione di thread multipli in quanto basato sull'uso di poche chiamate di sistema peraltro anche abbastanza semplici (con argomenti limitati) e quindi programmini molto snelli e di veloce esecuzione, Windows invece ho visto che usa un numero ben più ampio di chiamate di sistema e con un numero di argomenti praticamente illimitati in quanto li passa direttamente sullo stack di sistema.
Scrivere un programma multithreading in C usando le API (System Call di Windows) non è per niente semplice; in effetti il codice è veramente un pastrocchio ed è molto complesso, basti pensare che un programma Linux è circa una pagina, uno windows è 3 pagine e mezza!

Ma daltronde erano cose da aspettarsi da un kernel di questo tipo.

Morale della favola?

Possono dire quello che vogliono, ma alla fine il trovarsi bene o meno su una piattaforma o un'altra dipende da quello che l'utente finale ci deve fare; e sarà poi lui stesso a trarre le dovute conclusioni in merito.

Alla fine comunque, sicuramente possiamo affermare una cosa: le due fazioni hanno scopi differenti:
-Linux vuole creare un O.S. efficiente, stabile e alla portata di tutti
-Microsoft vuole guadagnare, quindi mette sul mercato O.S. con cadenza periodica non perchè siano migliorate delle cose ma per poter guadagnare ancora sulle successive licenze!
Che bisogno c'era di creare un O.S nuovo, quando ormai win xp stava diventando un buon OS?
Stessa storia con win 98 e win ME a mio avviso il più grande Flop della Microsoft!(la sigla forse stava per MErda, almeno secondo la mia esperienza... in 30 minuti dopo l'installazione mi si è bloccato 7 volte!!!)
O con il passaggio da win 2000 a Win Xp proprio quando il 2000 stava diventando estremamente affidabile...

La fretta del guadagno spinge microzozz a immettere sul mercato prodotti buggati piuttosto che sistemi affidabili, e questo è il suo più grande difetto. ;)
Connesso
Tutto è possibile... Basta crederci!

---------------------------
Errare è umano... ma per fare veramente casino ci vuole la password di root!

valpenguin

  • Baby Vommicinaro
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 49
    • Mostra profilo
    • Blog di Valpenguin
Windows Vista Da Record
« Risposta #9 il: 14 Agosto 2007, 17:04:47 »

Citazione
Sotto Linux invece, se si blocca la periferica si blocca l'intero O.S. poichè i driver sono integrati direttamente nel kernel; anche se è una cosa che in teoria dovrebbe succedere mooooolto di rado.


Eh??

Un kernel monolitico, ovviamente ridotto all'osso, ormai ha senso solo in particolari dispositivi embedded. Se si dispone di una distribuzione GNU/Linux organizzata con un kernel modulare, è consigliabile sfruttare quel kernel già predisposto, assieme ai suoi moduli. Dal 1997, anno in cui ho iniziato ad usare Linux, non mi è mai successo niente di "bloccante" col pinguino.

I moduli del kernel sono porzioni di questo che possono essere caricate in memoria, quando se ne presenta la necessità, e scaricate subito dopo. I moduli del kernel Linux sono quelli che in altri sistemi vengono chiamati driver (anche se il paragone non è proprio ideale).

Questi moduli possono essere attivati e disattivati "al volo ed a caldo" senza riavviare la macchina. Se un modulo per gestire una periferica non funziona lo rimuovo con un semplice comando e la macchina NON si blocca, serve il C-4 (http://en.wikipedia.org/wiki/C-4_%28explosive%29) per far crashare una Linux Box.

Se vogliamo mettere a confronto i due sistemi operativi non basta il forum, tanto per gradire:


Dimenticati dei virus

Se il computer si spegne senza chiederlo, se strane finestre con testo incomprensibile e tutti i tipi di avvertenze appaiono senza che tu lo chieda, se delle email vengono inviate a tutti i tuoi contatti a tua insaputa, allora il tuo computer ha probabilmente contratto un virus. La causa principale è perché usi Windows.

Linux difficilmente contrae dei virus. E non è del tipo "Oh, beh, non molto spesso, sai". È come "Se hai mai sentito parlare di un vero virus per Linux, batti un colpo". Certamente non è proprio impossibile prenderne uno. Ad ogni modo, Linux fa in modo che questo accada molto difficilmente per molte ragioni:

    * Molta gente usa Microsoft Windows e i pirati vogliono creare quanti più danni (o controlli) possibile: quindi mirano a Windows. Ma non è l'unica ragione; l'Apache Web Server ( un web server è un programma situato su un computer remoto che invia pagine al tuo browser quando richieste), che è software open source, vanta della maggior fetta di mercato (contro l'IIS Server di Microsoft), ma soffre di molto minori attacchi/falle di quello Microsoft.
    * Linux usa un controllo delle autorizzazioni intelligente. In Windows tu ed ogni programma che installi avete spesso i privilegi di fare quasi tutto con il sistema. Se ti senti di punire il tuo PC perché fa scomparire il tuo prezioso lavoro, puoi andare nelle cartelle di sistema e cancellare qualsiasi cosa: Windows non avrà nulla in contrario. Ovviamente, al prossimo riavvio, cominceranno i problemi. Ma stai sicuro che se puoi cancellare tu questa roba di sistema, anche altri programmi possono fare questo ed altro. Linux non lo ammette. Ogni volta che richiedi di fare qualcosa che abbia a che vedere con il sistema è richiesta la password di amministratore (chiamato root), e, se non sei amministratore del sistema, semplicemnte non puoi farlo. I virus non possono gironzolare e cancellare o modificare quello che vogliono nel sistema, non hanno l'autorizzazione per farlo.
    * Più sguardi diminuiscono le falle di sicurezza. Linux è software open source, il che vuol dire che qualunque programmatore al mondo può dare uno sguardo al codice sorgente ( la "ricetta" di ogni programma) e dare una mano o, semplicemente, dire agli altri sviluppatori: "Ehi, e se bla bla bla, non può rappresentare una falla di sicurezza?".

Il tuo sistema è instabile?

hai mai perso il tuo lavoro perché Windows è crashato? Spegni sempre il computer nel modo giusto o a volte stacchi direttamente la spina perché Windows è impazzito e non ti lascia fare più niente? Hai mai ottenuto la "schermata blu della morte" o messaggi di errore dicendoti che il computer deve essere spento per oscuri motivi?

Le ultime versioni di Windows, specialmente le "Professional", stanno diventando più stabili di prima. Tuttavia questi tipi di problema accadono ancora molto spesso.

Ovviamente nessun sistema operativo è perfetto. Comunque, alcuni sistemi operativi sono così stabili che molti utenti non li hanno mai visti andare in crash, anche dopo alcuni anni. Ciò è vero per Linux. Ecco come fare a dirlo: quando un sistema va in crash ha bisogno di essere riavviato o spento, perciò, se il tuo computer può restare acceso e funzionante per molto tempo, indipendentemente da quanto lo usi, allora puoi dire che il sistema è stabile. Bene, Linux può funzionare per anni senza bisogno di essere riavviato (molti server hanno Linux, e spesso non devono essere riavviati). Sicuramente, con aggiornamenti sostanziosi, necessita di essere riavviato (nel modo giusto). Ma se installi Linux e poi lo usi finché vuoi lasciando il computer acceso per tutto il tempo, puoi tranquillamente continuare così per anni senza alcuna preoccupazione.

Nella maggior parte dei casi non lascerai il computer acceso per tutto questo tempo, ma è una dimostrazione di quanto sia stabile Linux.

Linux protegge il tuo computer

Virus, trojan, adware, spyware... Windows lascia entrare tutti questi nel tuo computer molto facilmente. Il periodo stimato prima che un PC Windows (connesso a Internet e con l'installazione predefinita del "Service Pack 2") si infetti è di 40 minuti (e a volte ci vogliono anche solo 30 secondi).

Quindi puoi 1) installare un firewall, 2) installare un antivirus, 3) installare un antiadware, 4) rimpiazzare Internet Explorer e Outlook con Firefox e Thunderbird e 5) pregare che quei pirati non siano così furbi da sopraffare tutte queste contravvenzioni e, se una falla di sicurezza viene scoperta, che Microsoft ci metterà meno di un mese per rendere un aggiornamento disponibile (e ciò non accade molto spesso). Oppure puoi installare Linux e fare sogni tranquilli da quel momento in poi.

Come abbiamo già detto nella sezione "virus", il software Open Source (come Linux) significa più occhi da dare al codice. Ogni programmatore sul pianeta Terra può scaricare il codice, dargli un'occhiata e controllare se ha delle falle di sicurezza. D'altra parte, le uniche persone che possono vedere il codice sorgente di Windows (la sua "ricetta") sono quelle che lavorano per Microsoft. Sono centinaia di migliaia di persone (forse milioni) contro poche migliaia. Questo crea un'enorme differenza.

In verità, non è proprio il fatto di quante falle abbia un sistema, paragonato agli altri. Se ci sono molte falle, ma nessuno le ha ancora scoperte (inclusi i pirati), o sono minori (non compromettono parti importanti del sistema), i pirati non riusciranno a creare un grande scompiglio. E' più il fatto di quanto velocemente può essere risolta una falla una volta scoperta. Se una falla di sicurezza viene scoperta in un programma open source, chiunque nella comunità open source può dargli un' occhiata e aiutare a risolverla. La soluzione (e l'aggiornamento) compaiono di solito in pochi giorni, a volte in poche ore. Microsoft non dispone di tutto questo potere e spesso rilascia patch di sicurezza in alcuni mesi dopo che la falla è stata scoperta (e, a volte, pubblicata): è un tempo più che sufficiente per i pirati per fare quello che vogliono con il tuo computer.

Non pagare 250 € per il tuo sistema operativo
(E non copiarlo illegalmente)

Ti starai probabilmente dicendo: "Oh, io non l'ho pagato Windows". Ne sei assolutamente certo ? Se il tuo computer aveva già Windows, allora l'hai pagato, anche se il negozio non te l'ha detto. Il prezzo di una licenza per Windows è pari all'ammontare di un quarto del prezzo di ogni nuovo computer. Quindi, a meno che tu non abbia ottenuto Windows illegalmente, l'hai pagato. Da dove pensi che Microsoft prenda tutti i suoi soldi?

Al contrario, puoi avere Linux completamente senza prezzo. E' esatto, tutti questi ragazzi intorno al mondo hanno lavorato molto duramente per creare un sistema preciso, sicuro, efficiente e di bell'aspetto, e tutti questi ragazzi lo stanno facendo perché tutti possano usarlo liberamente (se ti stai chiedendo perché questi ragazzi facciano questa cosa, mandami un'email e cercherò di spiegartelo nel miglior modo :) ). Di sicuro, alcune aziende stanno facendo buoni affari vendendo supporto, documentazione, aiuto telefonico, ecc., per la propria versione di Linux, e questa è certamente una buona cosa. Ma nella stragrande parte dei casi, non ci metterai un centesimo.


Libertà!

Linux e il software "Open Source" sono "liberi". Questo significa che la loro licenza è una "free licence", e la più comune è la GPL (General Public Licence). Questa licenza permette a chiunque di copiare il software, vedere il codice sorgente (la "ricetta"), modificarlo, e ridistribuirlo finché rimane sotto licenza GPL.

Allora che ti frega della libertà? Immagina che Microsoft scompaia domani (ok, magari non proprio, ma tra 5 o 10 anni, forse?). Oppure immagina che triplichi improvvisamente il prezzo di una licenza di Windows o Office. Se sei legato a Windows, non c'è nulla che tu possa fare. Tu (o il tuo business) dipendete da questa azienda, dal suo software, e non puoi far funzionare nulla senza di esso (a che serve un computer senza sistema operativo?). Non è un problema serio? Dipendi da una singola azienda e ti fidi completamente di essa perché fa funzionare il computer nel modo che dovrebbe. Se Microsoft decidesse di vendere la prossima copia di Windows a 1000 €, non c'è niente che tu possa fare (eccetto passare a Linux, ovviamente). Se Windows ha un bug che ti disturba molto e Microsoft non lo risolve, non c'è nulla che tu possa fare (e inviare rapporti di bug a Microsoft non è così semplice, vedi la sezione sul riporto dei bug).

Con l'Open Source, se un particolare progetto o azienda muore, tutto il codice rimane aperto alla comunità e la gente può continuare a migliorarlo. Se questo progetto ti è specialmente utile, puoi farlo anche da solo. Se un particolare bug ti infastidisce puoi riportarlo, parlare con gli sviluppatori, ma, molto meglio, puoi ripararlo da solo (o incaricare qualcuno di farlo per te), e inviare i cambiamenti agli sviluppatori in modo che chiunque possa beneficiarne. Sei libero di fare (quasi) tutto quello che vuoi con il software.


Quando il sistema è installato, perché hai ancora bisogno di installare roba?

Installare Windows è solo l'inizio. Immagina di aver appena installato la tua nuovissima copia di Windows XP e di essere pronto a sfoderare le possibilità del tuo computer. Un amico ti invia una email con un file PDF come allegato: maledizione, non hai un programma per leggerlo. Hai bisogno di andare online, cercare un sito che ti farà scaricare Adobe Reader (o un altro visualizzatore di PDF), scaricarlo, installarlo, forse persino riavviare. Whew, va bene, è tutto a posto. Allegato all'email del tuo amico trovi un file di testo,file.doc. Il tuo Windows non può leggere nemmeno quello: bene... Adesso o vai a comprare una copia di Microsoft Office, o scarichi semplicemente OpenOffice, ma avrai ancora bisogno di trovarlo, scaricarlo (sperando che tu abbia una connessione a banda larga), installarlo, ecc. Il tuo amico ti manda anche un'immagine, ma ha un brutto contrasto, brutta luminosità, e ha bisogno di bei ritagli. Quindi adesso puoi andare a comprare Photoshop (quanti bigliettoni costa pure quello?), o scaricare il GIMP (questo è il nome del programma che ti permette di fare quanto e più di Photoshop) : cercarlo, scaricarlo, installarlo, ecc. Vabbè, ho reso l'idea, Windows è lontano dall'essere completo, e installarlo è solo l'inizio delle tue preoccupazioni.

Quando hai Linux (come Ubuntu, Mandriva, Fedora, ecc., differenti "sapori" di Linux), hai anche, senza bisogno di installare ancora :

    * Tutto ciò che ti serve per scrivere testi, modificare fogli di calcolo, creare accurate presentazioni, disegnare, risolvere equazioni.
    * Un browser web (come Firefox) e un client email (come Thunderbird o Evolution).
    * Un editor di immagini (GIMP) potente proprio come Photoshop.
    * Un programma di messaggistica istantanea.
    * Un riproduttore di video.
    * Un riproduttore e organizzatore di musica.
    * Un visualizzatore di PDF.
    * Tutto ciò che ti serve per estrarre archivi (ZIP, ecc.).
    * ecc.


Aggiorna tutto il tuo software con un unico clic

Windows ha uno strumento molto conveniente chiamato "Windows Update", che ti permette di aggiornare il tuo sistema con gli ultimi aggiornamenti disponibili.

E per quanto riguarda il tuo software non-Microsoft? Applicazioni Adobe? Compressori ZIP? Programmi di masterizzazione? Web browser non-Microsoft e client email, ecc. ? Devi aggiornarli tutti, uno per uno. E ci vorrà tempo, dato che ognuno di loro ha il loro sistema di (auto-)aggiornamento.

Linux ha un sistema centrale chiamato il "Package manager", che si prende cura di tutto ciò che è installato nel tuo sistema, ma anche tutti i singoli pacchetti installati nel tuo computer.

Riportare i bug

Se trovi un bug in Windows, devi in genere aspettare e pregare che Microsoft lo risolva in fretta (e se questo compromette la sicurezza del tuo sistema, dovrai pregare il doppio). Starai pensando che riportare quel bug a Microsoft (cos' che creino un bugfix più in fretta) sia facile. bene, ripensaci. Qui c'è un articolo interessante su questo. E se Microsoft non individuasse il bug? Bene, allora speriamo che la prossima versione di Windows lo risolva (ma dovrai pagare altre centinaia di Euro).

Quasi tutto il software open source (incluse le distribuzioni Linux) hanno un sistema di rintracciamento bug. Puoi non solo riportare i bug dei file (e ti incoraggiano a farlo!) spiegando dove sia il problema, ma puoi anche tener traccia di ciò che succede dopo: tutto è aperto e chiaro per chiunque. Gli sviluppatori ti risponderanno, potrebbero chiederti anche qualche informazione extra per aiutarli a risolvere il bug. Saprai quando il bug sarà stato riparato e saprai come ottenere la nuova versione (sempre liberamente, non fatemi ripetere). Quindi hai a disposizione persone che si prendono cura dei tuoi problemi, che ti tengono informato, e tutto questo gratuitamente! Se il problema è risolto per il tuo sistema, potrebbe non esserlo per qualcun'altro: è interesse di tutti lavorare insieme per rendere il software migliore. E' così che funziona l'open source.

Troppe finestre? Usa gli ambienti di lavoro

Non sono mai stato un utente di Windows e c'è qualcosa che proprio non capisco: una volta aperti il word processor, il browser web, il client email, il programma di messaggistica istantanea e alcune finestre per esplorare i file, come fanno gli utenti di Windows a non perdersi in questo casino?

Gli ambienti di lavoro (i "workspace") sono qualcosa che non cambierei con nulla al mondo. Hai probabilmente un solo monitor, giusto? Prova Linux e ne avrai quattro. Vabbè, non puoi vederli tutti quanti insieme, ma questo non importa dato che i tuoi occhi non possono guardare in due direzioni diverse, vero? Nel primo desktop mettiamoci il word processor. Nel secondo il tuo programma di messaggistica istantanea. Nel terzo il tuo browser web. Così, mentre stai scrivendo e vuoi dare uno sguardo al web non c'è bisogno di scovare il browser tra tutte le finestre (e magari è proprio dietro a tutte!). Visualizza il tuo terzo workspace e voilà, eccolo qua.

Stanco di dover riavviare il computer tutte le volte?

Hai appena aggiornato una o due cosucce su Windows con "Windows Update"? È necessario riavviare. Hai appena installato qualche nuovo software? E' necessario riavviare. Il tuo sistema sembra instabile? Prova a riavviare, probabilmente dopo il riavvio sarà tutto ok.

Windows ti chiede sempre di riavviare il computer. Ciò può essere fastidioso (tipo stai scaricando un file pesante e non vuoi interrompere il download perché hai aggiornato alcune parti del sistema). Ma, anche se clicchi su "Riavvia più tardi", Windows continua a romperti le scatole ogni dieci minuti per ricordarti che dovresti farlo. E se, per caso, non sei al computer e perciò non vedi la richiesta, si riavvia automaticamente tutto contento. Addio lungo download!

Praticamente, Linux non ha bisogno di riavviarsi. Sia che installi nuovo software (anche programmi molto grandi), sia che installi aggiornamenti per il tuo sistema, non ti verrà mai chiesto di riavviare. Succede solo quando una parte del cuore del sistema viene aggiornata, ma ciò avviene solo una volta dopo molte settimane.

Perché Windows rallenta giorno dopo giorno?

Windows ha delle falle di progettazione alla base che lo rendono più lento giorno dopo giorno e poco longevo. Avrai probabilmente sentito qualcuno dire "Il computer è diventato lentissimo, devo reinstallare Windows". Reinstallare Windows risolverà sicuramente il problema... fino alla prossima volta.

Penserai che questo è il modo in cui funzionano i computer: dispongono di tecnologia fresca, ma non molto stabile. Bene, prova Linux e rimarrai sorpreso. Da qui a cinque anni il tuo sistema sarà veloce e scattante come nel giorno in cui l'hai installato, senza dire che non avrai alcun tipo di virus, adware, trojan, worm, ecc.; se ci fossero ti obbligherebbero a reinstallare comunque.

Sono riuscito a convincere molte persone a passare a Linux mantenendo Windows sul loro hard disk perché avevano bisogno di alcuni programmi di cui Linux non disponeva, quindi avrebbero usato entrambi i sistemi. Dal giorno del passaggio molti di loro hanno reinstallato Windows almeno una volta in un anno o due, ma Linux non li ha mai abbandonati, e tuttora funziona egregiamente.
Con Linux spenderai tempo solo per lavorarci, piuttosto che reinstallarlo ogni volta.

La tua vita digitale sembra frammentata?

Se sai già cos'è una frammentazione e sei già abituato a deframmentare il tuo disco ogni mese, arriviamo al sodo: Linux non ha bisogno di essere deframmentato.

Ora immagina che il tuo hard disk sia un'enorme archivio di file, con milioni di cassetti (grazie a Roberto Di Cosmo per questo paragone). Ogni cassetto può contenere solo un fisso ammontare di dati. Perciò, file più grandi di quanto un cassetto può contenere devono essere divisi. Alcuni file sono così grandi che necessitano di migliaia di cassetti. E, ovviamente, accedere a questi file è più facile quando i cassetti che occupano sono più vicini gli uni agli agli altri.

Adesso immagina di essere tu il possessore di questo archivio, ma non hai tempo per preoccupartene, e decidi di assumere qualcuno che lo faccia al posto tuo. Due persone si presentano per il colloquio: una donna ed un uomo.

    * L'uomo adotta la seguente strategia: svuota semplicemente i cassetti quando un file viene rimosso, divide ogni nuovo file in pezzi più piccoli della capienza del cassetto, e riempie a caso con ogni pezzo il primo cassetto disponibile. Quando menzioni il fatto che questo renda difficile trovare tutti i pezzi di un particolare file, la risposta è che decine di ragazzi debbano essere assunti ogni settimana per rimettere in ordine i vari pezzetti.
    * La donna adotta una tecnica diversa: tiene traccia, su un pezzo di carta, di cassetti vuoti adiacenti. Quando arriva un nuovo file, cerca in questa lista una fila sufficientemente lunga di cassetti vuoti, e qui verrà piazzato il file. In questo modo, assicurato che vi sia abbastanza attività, l'archivio di file sarà sempre ordinato.

Senza dubbio, dovresti assumere la donna (dovresti averlo capito, le donne sono molto più ordinate :) ). Ecco, Windows usa il primo metodo; Linux utilizza il secondo. Più usi Windows, più lento è l'accesso ai file; più usi Linux, più questo è veloce. A te la scelta!

Posso continuare fino alla nausea, ma mi fermo qua. Buona lettura ;)
« Ultima modifica: 14 Agosto 2007, 17:28:06 da valpenguin »
Connesso
"Gates gave us the windows. Linux gave us the whole house"

Massimiliano

  • Administrator
  • Vommicinaro DOC
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 659
    • Mostra profilo
    • http://www.buonvicino.net
Windows Vista Da Record
« Risposta #10 il: 14 Agosto 2007, 20:24:12 »

Boh Valè.. indubbiamente Linux a livello utente è il miglior sistema operativo in circolazione e su questo non ci stanno dubbi.

Infatti pure io ho scaricato (come ti dissi) i 3 DVD di DEBIAN (la versione è la Etch :P non me la ricordavo quale fosse) e conto di installarla appena mi arrivano dei nuovi componenti che ho acquistato su ebay, perchè pure a me Windows m'ha scocciato e non poco..

Non tanto per la sicurezza, perchè grazie a dio.. ci sono delle case produttrici di software che fanno delle ottime Internet Security per porre rimedio alle falle di Windows, ma per il fatto che il sistema di registri del sistema (che si sporcano in continuazione), una cattiva gestione del FileSystem (perchè NTFS fino a mo s'è dimostrato almeno nel mio caso moooolto meno performante di un FAT32 deframmentato), nonchè una pesantezza di tutto quanto ci possa essere nel sistema, ne denota un calo drastico delle prestazioni dopo un certo periodo di utilizzo (come hai giustamente affermato anche tu nel post precedente).

Per l'utilizzo che ne faccio io, probabilmente sarò costretto a partizionare il disco e a tenere anche Windows, per via delle applicazioni sulle quali lavoro, tuttavia ho intenzione di passare a questo "nuovo mondo".

Purtroppo, come me, tutti coloro i quali hanno intenzione di fare questo passo si trovano spesso e volentieri a dover fare i conti con lo shock del passaggio da windows a Linux...
E non è soltanto un problema visuale.

Al primo avvio di Linux (come per windows) alcune periferiche non vengono riconosciute e checchè se ne dica di Linux, non è facilissimo e intuitivissimo da configurare.
Nel pannello di configurazione difficilmente si trovano dei wizard che permettano di configurare le periferiche in modo naturale.

Un esempio tra tutti: il modem!

Forse non tutti sanno che l'80% dei modem (99,9% quelli interni) che state usando in questo momento NON SONO MODEM!

Si proprio così... sono delle particolari schede audio che permettono di interfacciare il pc con la linea telefonica; la conversione del segnale avviene poi via software.

Queste particolari periferiche vengono anche chiamate WinModem o SoftModem, appunto perchè sono dei "simulatori di modem" e funzionano nativamente su windows perchè i produttori di tali periferiche nel cd allegato ci mettono SOLO i driver per windows.

Ciò non significa che non funzionino anche sotto linux!
Anzi!

Solo che sta cosa (come il 90% delle persone) non la sapevo..

Ecco la mia personale esperienza in merito:

Da sempre sono stato affascinato dal mondo Linux e ho spesso usato delle versioni Live (che partono direttamente da CD) per poterci prendere la mano e per poter imparare un po la shell dei comandi.

A parte ste cose però volevo farci di più.. m'ero stancato di "giocarci" con ste cazzate.. avevo bisogno di produttività..
Produttività che potevo avere solo usando anche Internet.

Al che armato di buona pazienza, ho preso una SUSE (la versione di linux forse più user-friendly (adatta ai principianti)) ho creato le partizioni e dopo averla installata.. ho perso 3 giorni su YAST (il pannello di controllo di suse) per poter riuscire a configurare quel maledetto modem... ma niente..
Me lo vedeva.. lo riconosceva, ma mi dava il canale "occupato"..

Quindi senza speranza..

Dio volle che in quei giorni ci fu un bel temporalone coi fiocchi... il modem era attaccato alla presa telefonica... fulmine... botta... modem bruciato.. FIESTA!
Compriamo il modem nuovo...

A sto giro prima di comprare n'altra ciofeca del genere mi sono documentato sui modem e ho scoperto sta cosa dei softmodem..

Ecco qualche link ma google vi saprà dire di più:
http://www.geocities.com/SiliconValley/321.../WinModems.html
http://en.wikipedia.org/wiki/Winmodem

Ciò significa che o la community ha scritto dei driver anche per linux in base al chipset del modem o il modem è inutilizzabile sotto linux.

Per chi ne avesse bisogno, al seguente indirizzo potrete trovare dei driver generici per linux sui WinModem:
http://www.linmodems.org/

Fatto sta che ho trovato su ebay un modem esterno Hamlet su porta COM (quello Trust USB non ne voleva sapere di funzionare).

Appena installato il modem seriale, avvio linux e senza configurare proprio niente ho avuto il modem perfettamente funzionante.. senza driver o altro.

Al che ho risolto e devo dire che andava na cannonata sotto linux.

Poi per colpa di windows fui costretto a formattare.. le partizioni sisballarono.. l'MBR mi salutò e allora persi anche linux (pecche di gioventù :P :lol: )

Al che riformattai ma non avevo ne il tempo ne la voglia di reinstallare linux e rifare di nuovo tutta quella serie di configurazioni... il video, il modem, la LAN, ecc ecc..
Quindi abbandonai per un po il mondo Linux tornando alla mia routine di formattazione periodica di windows.

Mo però mi so scocciato.

Si.. ormai formattare windows è diventatana cazzata lo faccio ad occhi chiusi e ho già un cd con tutti i driver per la configurazione del mio pc e i vari programmi che mi servono, però col fatto che sto via via facendo cose sempre più importanti.. ho bisogno di avere affidabilità e velocità, e questo windows non può darmele.
on so manco se potrà farlo linux però tentar non nuoce.

Magari i primi tempi sarà brutto e difficile abituarsi (come lo è stato il passaggio da Internet Explorer a Firefox :P Traumatico! ma ora non ne posso fare a meno e col cacchio che torno con Internet Explorer (là davvero ci vorrebbe il C4 sotto le sedie degli sviluppatori.. che del W3c se ne sono fottuti allegramente) :lol: ) e chissà quante volte rimpiangerò windows (difficile :lol:) ma ci provo e vi dico hihihih :lol:

Vediamo che succederà :D

TORNANDO AL DISCORSO DI CUI SOPRA... (ho divagato un pochino :lol: )

Quando facevo le ricerche per l'esame, sinceramente ho trovato scritto dappertutto che Linux è un kernel monolitico... e con o senza moduli, sempre monolitico resta.

A dire il vero quando il prof ha detto quella frase che hai quotato nella risposta precendente un po ho sbarrato gli occhi pure io.. però col fatto che il kernel era monolitico.. beh.. il discorso non faceva na grinza.

Inoltre girando su internet ai seguenti indirizzi mi davano tutti le stesse versioni dei fatti (monoliticità del kernel):

http://it.wikipedia.org/wiki/Ricompilazione_del_kernel
http://it.wikipedia.org/wiki/Kernel_Linux
http://it.wikipedia.org/wiki/Linux
http://it.wikipedia.org/wiki/Kernel

e la discussione tra Torvalds e Tanenbaum me lo confermava.

Io non ho mai usato Linux come primo sistema e non posso quindi permettermi di giudicare o affermare il comportamento di quest'ultimo in determinate situazioni limite.

Tuttavia il mio intervento era da intendersi come "esperienza personale" non da utilizzatore finale ma da programmatore e analista.. non ho usato Linux.. l'ho programmato :D quindi avuto a che fare con l'architettura interna e il sistema di comunicazione kernel-livello utente e non con l'usabilità o la routine di utilizzo quotidiana.

Per quello aspetto di installare la Debianuccia e poi vi dirò :lol:

A livello concettuale, sarò sincero (e credo ve ne siate accorti visto il mio precedente post) m'è piaciuto molto di più il sistema di gestione delle API di windows che il più spartano sistema delle System Call Linux.

"non m'ha dato soddisfazione".. :lol: (magari anche per incapacità del prof.. o per programma striminzito) boh.. comunque nella sua complessità mi ha convinto di più il sistema a kernel di microsoft.

Poi il fatto che sia stato sviluppato a cazz di can (per non dire a Fiss di gatt) :lol: è un'altro par di maniche.

Inoltre c'è da dire anche che Windows è più "giovane" di Linux, il cui scheletro progettuale è rimasto per lo meno invariato dagli anni '90; per questo ha potuto godere anche di strutture  e di concetti informatici moderni da poter applicare alla sua architettura.

Inoltre per quanto riguarda il sistema di gestione dei files, anche su Windows (da NT in poi) è stato introdotto il sistema di permessi dei files.

Il problema che un pinco pallino qualsiasi riesca a cancellare dei files di sistema senza problemi, risiede nel fatto che il 99% degli utenti windows ha il profilo da "Amministratore" in quanto con il profilo da utente semplice, molte attività gli sono negate (per esempio l'installazione o la disinstallazione di applicazioni) e quindi per pigrizia si tende ad usare questo tipo di account.

In Linux invece in fase di installazione si scelgono nome utente dell'utente Root (amministratore) e dell'utente principale (che in windows coincidono).
Cosicchè se si devono fare delle modifiche particolari si usa l'account root e  per l'utilizzo quotidiano, l'account utente semplice (dal quale si può comunque accedere a parti privilegiate di sistema inserendo nome utente e password dell'utente di root)

Boh.. vi ripeto.. dipende da come ogniuno vede la cosa.. io Linux non l'ho usato ma ho intenzione di farlo.

Anche quando mi consigliavano alla morte Firefox io ero restio.. ma quando ci sono passato.. mo non lo lascio più! :lol: :D


---------------------------------------------------


Mi piace troppo sto topic!:lol:

Senza nulla togliere agli altri topic del forum, credo che leggere quello che c'è scritto di sopra possa essere un buon punto di inizio per poter continuare il processo di "culturizzazione informatica" del nostro paese e spero che oltre a noi due anche altre persone che abbiano avuto esperienze con un sistema o con un altro possano dire la loro :P

Speriamo di essere riusciti ad attirare l'attenzione dei lettori su questo argomento perchè a parte i lati puramente tecnici, credo sia ora che tutti siano liberi e coscienti di fare le proprie scelte in base a quello di cui necessitano e non in base a quello che gli viene proposto dal venditore.

Speriamo che queste nostre discussioni siano riuscite a suscitare nei lettori, interesse e curiosità, nonchè coscienza propria al fine di poter essere davvero "artefici del proprio destino" :lol: :lol:

Ciao guagliò!
Connesso
Tutto è possibile... Basta crederci!

---------------------------
Errare è umano... ma per fare veramente casino ci vuole la password di root!

valpenguin

  • Baby Vommicinaro
  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 49
    • Mostra profilo
    • Blog di Valpenguin
Windows Vista Da Record
« Risposta #11 il: 16 Agosto 2007, 10:47:45 »

Citazione
Boh Valè.. indubbiamente Linux a livello utente è il miglior sistema operativo in circolazione e su questo non ci stanno dubbi.

Dipende da l'uso che fai del PC

Citazione
Non tanto per la sicurezza, perchè grazie a dio.. ci sono delle case produttrici di software che fanno delle ottime Internet Security per porre rimedio alle falle di Windows

quei software li paghi non li regala mica la Microsoft

Citazione
Infatti pure io ho scaricato (come ti dissi) i 3 DVD di DEBIAN

Debian è forse la migliore distro Linux mai creata, ma ahimè, non è la più user-friendly, per chi incontra Linux la prima volta si consiglia Mandriva o SuSe (or openSuSe)

Citazione
Per l'utilizzo che ne faccio io, probabilmente sarò costretto a partizionare il disco e a tenere anche Windows, per via delle applicazioni sulle quali lavoro, tuttavia ho intenzione di passare a questo "nuovo mondo".

E fai bene, la tecnologia informatica deve essere dominata "in toto ed
 a 360°"  sia quella proprietaria, sia quella libera.



Citazione
Queste particolari periferiche vengono anche chiamate WinModem o SoftModem, appunto perchè sono dei "simulatori di modem" e funzionano nativamente su windows perchè i produttori di tali periferiche nel cd allegato ci mettono SOLO i driver per windows.

Si, lo fanno per risparmiare €€€€€, ma comunque i driver per Linux si trovano. Scegli sempre modem con chpset Conexant ;)

Citazione
l'MBR mi salutò

Da un disco di avvio per Windows dai fdisk /mbr e riscrivi l'MBR sull'unità di sistema (DISK-0) solo utilizzando chiamate al BIOS.

Citazione
Linux è un kernel monolitico... e con o senza moduli, sempre monolitico resta.

una balla, era vero 10 anni fa. Il funzionamento dei moduli avviene in user-space, il fatto che siano linkati alle API del kernel, che girano in kernel-space, non deve portare a confusione. Sono due cose diverse. Il problema dei docenti e dei testi universitari è che non sono AGGIORNATI.

Citazione
per poterci prendere la mano e per poter imparare un po la shell dei comandi.

Bash suppongo? (anche se Linux ne possiede diverse) Neanche io la conosco tutta figlio mio, è un mondo a parte.

Citazione
Senza nulla togliere agli altri topic del forum, credo che leggere quello che c'è scritto di sopra possa essere un buon punto di inizio per poter continuare il processo di "culturizzazione informatica"

Bravo. Hai capito che investire in cultura ripaga ;)

Citazione
funzionano nativamente su windows perchè i produttori di tali periferiche nel cd allegato ci mettono SOLO i driver per windows

Il discorso driver è semplice. I produttori hardware rilasciano le specifiche della periferica creata SOLO a microsoft che crea driver generici (generici ricordalo) per gestire il dispositivo.

Non è che Windows sia un portento del PnP è solo che ricevono dal produttore le specifiche del "pezzo" (dietro pagamento). Le case produttrici NON rilasciano apertamente queste informazioni alla community Open Source perchè per far questo le informazioni dovrebbero ricadere sotto licenza GPL (et similari) ed ovviamente le aziende conocorrenti potrebbero costruire dispositivi simili e vanificare il loro lavoro. ATI e NVIDIA hanno da pochi anni deciso di rilasciare le specifiche dei chipset video e come vedi le schede video funzionano sotto Linux.

Il tutto si riduce, come sempre, all'aspetto meramente economico €€€€.

A presto ;)
Connesso
"Gates gave us the windows. Linux gave us the whole house"
 

Pagina creata in 1.327 secondi con 22 interrogazioni al database. cpu load:9.43/9.6/11.51