Buonvicino.net  

  • 17 Ottobre 2019, 09:39:47
  • Benvenuto, Visitatore
Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

Benvenuti sul nuovo forum di Buonvicino.net!
Hai dimenticato la password? Clicca quì

Autore Topic: Microsoft Apre Il Codice Sorgente  (Letto 5584 volte)

Salvatore

  • Administrator
  • Vommicinaro DOC
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 549
    • Mostra profilo
    • http://www.buonvicino.net
Microsoft Apre Il Codice Sorgente
« il: 01 Febbraio 2006, 11:27:33 »

Il colosso si allinea a richieste Ue
Dopo un estenuante braccio di ferro con l'Unione europea, Microsoft ha deciso di allinearsi alle richieste di Bruxelles e di rendere pubblico il codice sorgente di Windows alle altre società informatiche. La notizia arriva a circa due anni dalla condanna dell'Ue per abuso di posizione dominante. Stando a quanto riferito da Brad Smith, consigliere generale del colosso di Redmond, Microsoft darà in licenza il codice sorgente di tutti i server di Windows per le tecnologie contemplate nella decisione della commissione europea del 2004.


Così facendo, ha precisato ancora Smith, la casa di Bill Gates svelerà i suoi segreti "a tutti i concorrenti diretti". "La posizione della Commissione europea è che Microsoft è obbligata a conformarsi alla nostra decisione del marzo 2004 - aveva dichiarato il portavoce del commissario europeo per la concorrenza, Jonathan Todd, prima dell'annuncio di Microsoft - Niente di più e niente di meno".

Per la software house americana si tratta di una decisione epocale che va oltre le più rosee aspettative. Negli Usa nemmeno l'amministrazione Clinton era riuscita ad aprire la cassaforte del codice sorgente di Windows che continene tutti i segreti del sistema operativo e che, di fatto, rappresenta il fulcro della potenza del colosso.

Al momento non si hanno ulteriori dettagli sulla misura decisa dalla casa di Gates, ma l'ultima parola spetterà comunque all'Ue. "La decisione se Microsoft si è conformata o meno - ha concluso Todd - con quanto abbiamo deciso spetta a noi e non alla società Usa". La battaglia tra l'Unione europea e Microsoft sembra giunta a un punto cruciale, ma siamo solo al primo round. Il tribunale di primo grado dell'Ue ha fissato infatti per il 24 aprile l'udienza d'appello richiesta da Microsoft. La sentenza definitiva non arriverà certamente prima di un anno.

 

 
Connesso
 

Pagina creata in 0.067 secondi con 23 interrogazioni al database. cpu load:10.67/11.39/10.42